TribYou

Metaverso: quali prospettive per le PMI?

Metaverso
Gli ultimi due anni sono stati protagonisti di una fondamentale evoluzione del world wide web per come lo conosciamo: stiamo assistendo alla transizione da web2 a web3.

Questa terza versione del web sta apportando delle innovazioni significative, sia in termini di progresso tecnologico che di opportunità di business per i brand. In particolar modo, una delle sue applicazioni più note è rappresentata dalla creazione del Metaverso, che non simboleggia solamente un punto d’intersezione tra mondo fisico e digitale, ma sta venendo impiegato anche per la creazione di innumerevoli opportunità commerciali.

Si stima che nel 2024, l’ammontare di investimenti totali per la creazione di applicazioni basate sul metaverso sarà di 74 miliardi di dollari, rendendolo un’opportunità interessante, e redditizia, per tutte le aziende. Non solo per il mondo della tecnologia e del digital, le imprese di tutti i settori potranno trarre benefici dall’implementazione del metaverso all’interno del loro processi aziendali.

Il Metaverso: dagli albori alla sua evoluzione

Il termine si ritrova per la prima all’inizio degli anni’90, iniziando a circolare all’interno del mondo degli appassionati della tecnologia e degli albori di Internet, i cosiddetti cyberpunkers.

Tuttavia, è solo di recente che la parola Metaverso è salita alla ribalta. Più nello specifico, il metaverso ha cominciato a prendere piede nel 2021, quando la holding del celebre social network Facebook ha cambiato nome in Meta, con chiari richiami alla progettazione di questa particolare innovazione.

Non essendoci un unico e solo metaverso, non esiste una definizione univoca ma, in generale, esso può essere definito come un universo virtuale prodotto dall’unione di molteplici elementi digitali e tecnologici, quali la realtà aumentata e virtuale.

Per accedere al metaverso, i visitatori si devono equipaggiare con dei visori 3D che permettono loro di immergersi in varie esperienze virtuali, quali:

  • Creare degli avatar
  • Interagire con altri utenti
  • Creare degli oggetti personali
  • Partecipare ad attività di svago come assistere a dei concerti o delle fiere


Il metaverso è una realtà virtuale che si sviluppa nel mondo digitale e si basa sulle informazioni e i dati che vengono raccolti e trasmessi attraverso le reti globali di comunicazione.

La sua struttura è simile a quella dell’universo fisico, con spazio e tempo che definiscono la sua forma e le sue dimensioni. L’ambiente base del metaverso è frutto della realtà virtuale, data dalla convergenza di due modelli del campo della computer science molto importanti: l’obiquitous computing, in cui l’informatica è pensata per apparire ovunque, e il cloud computing, per un accesso più agevole ai dati.

Il Metaverso come nuova frontiera del business

Per la sua capacità di potersi estendere a tutti gli individui, il metaverso ha iniziato a essere utilizzato all’interno di una grande varietà di settori, non solamente in quello della tecnologia. Alcuni di essi sono:

  • Gaming: vari brand hanno pensato al gaming come a un grande luna park per i propri spettatori. Si stima che la pubblicità in ambito gaming aumenterà di più di 10,97 miliardi di dollari. Le aziende, inoltre, concepiscono il gioco per il proprio pubblico non solo come un modo per provare un’esperienza, ma anche, e soprattutto, per poter stimolare l’incontro e la frequentazione;
  • Retail: le nuove tecnologie AR/VR stanno aprendo la strada allo shopping aumentato, permettendo nuove esperienze di vendita. Già nel 2020 la pandemia aveva catalizzato il processo di vendita elettronico, tramite le piattaforme di e-commerce, ma con l’introduzione del metaverso, tutti i vari negozi potranno offrire un’esperienza immersiva completa, permettendo al cliente di visitare liberamente un negozio solamente grazie al proprio visore personale;
  • Arte, cinema e teatro: le piattaforme di videogiochi tradizionali stanno subendo un’interessante evoluzione, passando dall’essere solamente degli spazi di giochi a luoghi ricreativi veri e propri. Nel corso dell’ultimo anno, sono stati diversi i concerti ospitati all’interno di una piattaforma di videogiochi, quali Fortnite e Roblox, permettendo le esibizioni di artisti americani molto famosi. Oltre ai concerti, il metaverso mette a disposizione dei luoghi di ritrovo, tramite cui ogni visitatore, grazie al suo avatar, è in grado di fare conoscenza con gli altri frequentanti;
  • Smart healthcare: anche il campo della salute e del benessere ricoprirà uno spazio importante all’interno del metaverso. L’81% degli utenti globali, afferma di come la tecnologia abbia loro permesso di sentirsi più riposati e rilassati, sia dal punto di vista fisico che mentale. In generale, il settore dell’healthcare agirà secondo i principi delle neuroscienze;
  • Social network borderless: l’83% dei consumatori globali ritiene che la tecnologia sia un mezzo essenziale non solo per l’interconnessione tra gli individui, ma anche per incentivare la creazione di relazioni più sane, soprattutto nell’ambito dei giochi online. Per questa ragione, l’interazione con gli altri utenti in un mondo 3D aiuterebbe a sviluppare un nuovo modo di fare social networking.

Le migliori piattaforme per entrare nel Metaverso

Al giorno d’oggi, esistono diverse applicazioni che offrono la possibilità di esplorare un metaverso. Ciascuna di esse possiede delle caratteristiche proprie, ma ciò che rimane costante è quello che un metaverso offre: un’esperienza coinvolgente in un mondo 3D. Alcuni dei metaversi più diffusi sono:

  • BLOKTOPIA: è il metaverso costruito sulla rete Polygon. La piattaforma Bloktopia è l’ideale per chi si avvicina al metaverso per scopi speculativi. Come gli altri metaversi, possiede una sua cryptovaluta, BLOK, utilizzata per la compravendita di beni;
  • DECENTRALAND: considerata una delle piattaforme di metaverso meglio progettate, Decentraland permette ai suoi utenti l’acquisto di lotti di terreno, su cui andare, eventualmente, a edificare delle costruzioni. La sua cryptovaluta è il MANA, con la quale è possibile andare ad acquistare NFT e altri servizi digitali. Decentraland, inoltre, è una DAO, ossia un’organizzazione decentralizzata e regolata soltanto dai suoi utenti;
  • META: è il progetto dell’azienda di Menlo Park, con la quale Mark Zuckerberg vuole portare la sua celebre creatura, Facebook, all’interno della terza dimensione tramite i visori di Meta stessa, gli Ocolus. Il piano del CEO è chiaro: utilizzare il Metaverso di Meta come ponte di interconnessione tra le altre applicazione che già detiene, Facebook, Instagram e Whatsapp;
  • ROBLOX: piattaforma che si colloca a metà tra un gioco online e un’ esperienza immersiva in 3D vera e propria. Roblox permette ai suoi utenti di andare a creare e provare innumerevoli tipologie di giochi tra di loro, come giochi di ruolo e delle simulazioni. Per la vasta mole di esperienze che i giocatori possono provare al suo interno, è una piattaforma particolarmente apprezzata da chiunque voglia sentirsi parte integrante di una community.

Metaverso: quali sono le principali opportunità di business?

Secondo un recente studio condotto dalla società di design e marketing Vista, il Metaverso potrebbe rappresentare una grande opportunità di business per le PMI.

L’indagine ha esaminato la percezione della popolazione riguardo al Metaverso, il suo potenziale per il futuro dello shopping online e il suo contributo al rilancio delle PMI.

Più della metà dei partecipanti ha dichiarato che avere una presenza online è fondamentale per il successo di una piccola azienda, mentre il 36,5% lo ritiene piuttosto importante.

Il Metaverso consente alle piccole imprese di fondere contenuti virtuali con esperienze del mondo reale, creando un’esperienza di acquisto più coinvolgente e competitiva rispetto alla vendita al dettaglio tradizionale.

Inoltre, il 50% degli italiani ha mostrato interesse nell’utilizzo del metaverso per lo shopping online. Altri utilizzi popolari della tecnologia includono piattaforme di streaming, videogiochi, social media ed eventi di intrattenimento.

Si prevede che i negozi di elettronica, di moda e abbigliamento, le biblioteche, i negozi di alimentari, i saloni di bellezza, le palestre virtuali e i centri di yoga saranno i settori di maggior successo all’interno del metaverso. I consumatori italiani dimostrano un grande interesse per l’utilizzo del Metaverso come strumento di vendita al dettaglio online.

Grazie a esso, le piccole imprese potranno creare spazi commerciali personalizzati ed esperienze uniche per i clienti, fornire opzioni di prova virtuali, rivoluzionare il servizio clienti e scoprire nuove ed emozionanti opportunità di marketing.

Share the Post:

Related Posts

Join Our Newsletter

TribYou